venerdì 3 settembre 2010

Rimigliano: le sorprese non finiscono!



Ancora caldi della riunione su Rimigliano del 01/09 sera (e cogliamo qui l'occasione per ringraziare tutti coloro che hanno voluto e potuto partecipare), su “La Nazione” del 02/09/2010, nella cronaca di Piombino/Val di Cornia leggiamo questo articolo che illustra la valutazione fornita da CNA riguardo al progetto per la Tenuta di Rimigliano, e che qui riportiamo fedelmente:

Rimigliano, la Cna favorevole al progetto per la Tenuta

«VALUTIAMO, nel complesso, positivamente l’attivazione del procedimento per la variante al Regolamento urbanistico della tenuta di Rimigliano». A sostenerlo sono Marco Valtriani, direttore Cna provinciale e il coordinatore Cna Val di Cornia, Emanuela Minelli. «Dopo molti anni si è pervenuti ad una proposta concreta e realizzabile di un intervento che appare equilibrato tra gli aspetti economico-imprenditoriali e di tutela del patrimonio. I contenuti espressi nella proposta hanno ricadute sul settore del turismo, dell’agricoltura e delle costruzioni. Per quanto riguarda il primo aspetto, l’ipotesi di una nuova proposta ricettiva, è da noi valutata positivamente. Ci auguriamo soprattutto che venga traguardato l’obiettivo di un’attività non limitata alla mera stagione balneare, ma che possa offrire occupazione stabile anche per gli altri mesi dell’anno. Per le nostre imprese artigiane, il recupero delle strutture esistenti e le nuove previste, costituisce occasione di lavoro. L’analisi del Piano di Miglioramento Agricolo Ambientale ci convince sull’aspetto della conferma della vocazione del territorio e delle sue tradizioni. Il terzo aspetto, quello più significativo è il recupero degli edifici poderali esistenti e le nuove costruzioni. Questa è sicuramente un’opportunità di lavoro che presuppone una capacità d’intervento tipica delle attività artigiane. Le opportunità edilizie sono gradite in un momento di fortissima crisi del settore; condividiamo l’approccio volto alla qualità dell’intervento e alla sua armonizzazione con il contesto paesaggistico ed ambientale. Sollecitiamo l’amministrazione a procedere nei tempi più brevi possibili al fine di concretizzare le opportunità di lavoro».


Al di là delle considerazioni che ciascuno potrà fare sulle valutazioni dell'intervento e sulla posizione tenuta da CNA, la cosa che ci preme invece portare all'attenzione si intende dopo la lettura di un comunicato giuntoci dal Presidente della Commissione Consiliare Urbanistica Assetto del Territorio del Comune di San Vincenzo che volentieri pubblichiamo integralmente:

“Sono molto contento che alla CNA sia stato mostrato il Piano Aziendale di Miglioramento Agricolo Ambientale. Molto contento e un po’ invidioso visto che quando lo scrivente ha richiesto la documentazione in Comune gli è stato risposto che per lui e per i membri della Commissione Consiliare c’erano soltanto le cinque pagine di Norme Tecniche d’Attuazione. Niente cartografie, niente PAMAA, niente di niente. Quello che non si mostra ai Consiglieri Comunali, si mostra alla CNA. Basta saperlo. D’ora in avanti in qualità di Presidente della Commissione Consiliare urbanistica, mi rivolgerò alla CNA per conoscere la documentazione effettivamente presente.

Intanto i cittadini devono scegliere se accontentarsi delle briciole di una attività edilizia che deturperà la tenuta, rinunciando per sempre ad un vero parco nonché alla spiaggia libera, oppure pretendere dall’Amministrazione un altro piano con il solo recupero dell’esistente finalizzato ad attività ricettive, nessun incremento volumetrico e la rivitalizzazione dell’agricoltura partendo dall’uso degli annessi attualmente presenti nella Tenuta che devono mantenere la loro destinazione d’uso.

Se l’attuale piano verrà realizzato non ci sarà spazio né per la destagionalizzazione né per il mantenimento della spiaggia libera né per l’agricoltura né, tantomeno, per la realizzazione di un vero parco. Questo lo si legge con grande facilità nei documenti che l’Amministrazione ci ha voluto dare, non tanti quanti alla CNA, ma più che sufficienti per capire di quale morte morirà Rimigliano.

Come poi i Consiglieri di Maggioranza si sentano a loro agio sapendo che l’Istituzione che rappresentano viene sbeffeggiata con questa noncuranza da chi prende le decisioni e pretende il voto favorevole senza se, senza ma e senza discussioni, è per me un mistero. Per quanto mi riguarda so che dando le dimissioni dalla Commissione urbanistica farei un favore a molti ma occorrono un chiarimento e delle scuse perché la dignità delle istituzioni e mia personale, non possono essere trascinate nella mota da un comportamento così scorretto e disinvolto.

Nicola Bertini
(Presidente della Commissione Consiliare Urbanistica assetto del territorio)”


La situazione che emerge non è delle più semplici e porta diversi interrogativi:

Se, come dice il Comune, non è stato ancora redatto il PAMAA, allora CNA su cosa ha basato le proprie valutazioni?

Se invece CNA ha effettivamente analizzato il documento fornito dal Comune, per quale motivo questo non è stato consegnato assieme alle Norme Tecniche d'attuazione, in seguito alle richieste ripetutamente fatte da Bertini?

LA REDAZIONE

42 commenti:

Anonimo ha detto...

ecco la dimostrazione che loro vanno avanti per la loro strada....come se l'oppoIZIONE NON ESISTA..(come hanno sempre fatto d'altronde..)....FASCISTI!!!

paesano ha detto...

Quello che sta succedendo , che è successo, è una vergogna.Solo chi non ha nessun rispetto per le istituzioni, per la democrazia, per il libero e corretto confronto, agisce con tanta leggerezza, con tanta sufficienza, con tanta sfacciata discrezionalità.

Credo si possa solo aggiungere che così facendo si è molto simili alle più subdole e false democrazie se non addirittura a regimi totalitari che mal sopportano le opposizione tanto da esercitare nel loro confronto ogni ostracismo concesso dall'esercizio del potere.

Anonimo ha detto...

a volte mi vergogno di essere italiano,ma più di tutto mi viene la voglia di andare via da san vincenzo!
quanti interessi ci sono dietro........quanti soldi girano!

enrico ha detto...

Passano gli anni , ma le cose non cambiano,siamo imbalsamati nell'isola che non c'è, non l'isola di Peter Pan ma la nostra isola (san vincenzo)ammuffita da troppi anni di stasi ideologica.Un paio di generazioni snervate per il piacere di questa o dell'altra parte, senza nessun traguardo raggiunto che possa consolidare nuovi progetti, nuove idee, nuove forme di sviluppo, che non siano il mattone. Ma forse siamo tutti entrati nell'era del "PICCIONE" dove l'importante è colonizzare o colonizzarsi per poterci ingozzare e nulla più. Già propio come i piccioni che volteggiano tutto il giorno in cerca di becchime. In cambio rilasciamo montagne di guano e parassiti.Sembra quasi impossibile che dalle nuove generazioni non nascano idee, progetti, o la benchè minima contestazione.(salvo piccole nicchie)Mentre nel mondo scoppiano manifestazioni,proteste, contestazioni contro chi non è capace di sostenere le esigenze dei cittadini, da noi non s'avverte neanche un sibilo, un fruscio...nulla.
Solo il frastuono delle feste e dei mercatini ecc.

enrico

Anonimo ha detto...

l'importante è far "lavorare" e GUADAGNARE amici fratelli figli e generi come ci insegna l'assessore dottore

Budda ha detto...

Ero presente l'altra sera alla Torre per la presentazione del Piano su Rimigliano (una delle poche volte che lo faccio), e leggere stamani l'articolo di Bientinesi su la Nazione mi rende perplesso.....sembra tutto favorevole, interventi solo favorevoli........ma dov'era il Bientinesi?
Dopo qualche anno (un paio) di articoli "contro il palazzo" anche lui è rientrato nei ranghi.

E quanto mi ha fatto schifo sentire le leccate di culo di Poncho-Biagi a quel cecchino del Berrighi....

Sanvincenzini.....quando capirete qualcosa, probabilmente tra 10 anni, sarà sempre troppo tardi.....

Budda ha detto...

Di tutt'altro tenore, e molto più rappresentativo di quello che è stato lo svolgimento della serata, è l'articolo de Il Tirreno, a firma Paolo Federighi.
Certo in poche righe non si può dire tutto, ma almeno ci si prova ad essere onesti.
Vi invito a leggerli entrambi, per capire dove da una parte va a parare la PENNA e dall'altra la LINGUA.

effe gi ha detto...

Ero anch'io presente all'Assemblea e ho letto anch'io entrambi gli articoli.
Devo dire che l'articolo di Federighi bada molto più alla cronaca e, secondo me, giustamente rilega in secondo piano tutta quella serie di interventi inutili da parte di rappresentanti delle istituzioni. Inutili perché non aggiungono nulla, specie nella forma in cui sono stati esposti, retorica, priva di spunti interessanti che potessero catturare l'attenzione, talvolta grottescamente sciatta, a quanto già esposto dall'amministrazione e dai tecnici.
Sono stati molto più interessanti e costruttivi certi interventi che hanno chiesto ai relatori chiarimenti su dubbi e perplessità emersi dall'esposizione o dall'analisi dei documenti e dei numeri, rispetto alle sviolinate dei vari Tosi e Tortolini.

Già, documenti e numeri che fino al pomeriggio di martedì sembrava non esistessero o non fossero disponibili e che dopo qualche ora improvvisamente si sono materializzati nelle slide di Giommoni e nelle parole di risposta di Filippi.

Il famigerato PAMAA negato fino all'ultimo e indisponibile tra i documenti riguardanti l'argomento è stato quindi approvato, consultato e sviscerato da coloro che qualcuno aveva investito dell'autorità di farlo. Agli altri nisba. Per quale motivo?

Questo comportamento mi viene sempre di più di chiamarlo boicottaggio.

Un comportamento che danneggia non solo i cittadini, la cui corretta informazione viene minata da queste omissioni, ma anche le istituzioni stesse visto che anche i membri delle commissioni consiliari competenti non hanno potuto (non so se questa situazione addirittura perdura tutt'ora) consultare, valutare e analizzare tali contenuti, al contrario degli "eletti" più volte citati.

Alla luce di queste considerazioni dove va a finire la tanto sbandierata trasparenza invocata più volte da Biagi?
Essere trasparenti e negare documenti ai rappresentanti istituzionali oltre che ai Cittadini, non sono proprio due comportamenti che vanno a braccetto.
Dovrebbe esserci una manifestazione corale di indignazione di fronte a questo comportamento ipocrita.

Biagi ha fatto anche una bella gaffe limitando il blocco delle concessioni balneari alla durata del suo mandato. Gaffe che non è passata inosservata ai più. Ha cercato di salvarlo Bandini alla fine dicendo che c'è la volontà politica del PD di proseguire tale blocco alle concessioni anche dopo la fine del mandato dell'attuale sindaco ma, secondo me, a buon intenditor...

Comunque, tornando alla serata, astraendomi un po', devo dire che i relatori hanno esposto il tutto secondo il loro punto di vista, in maniera convincente glissando sapientemente sui punti più critici. Infatti la parte dell'albergo di 6000 mq, un punto nodale dell'operazione a mio avviso, visto che è la vera concessione in più rispetto all'esistente, è stata esposta in maniera superficiale rispetto all'approfondimento di altri aspetti a mio avviso meno importanti, velocemente liquidata e non più ripresa.

Proprio perché ad uno spettatore non ben informato sui retroscena, questa esposizione potrebbe essere sembrata convincente, voglio suggerirvi di non mancare l'appuntamento organizzato dal Forum venerdì 10 settembre alle 21 alla Saletta Multimediale della Biblioteca.

In tale sede, a chi vorrà intervenire per informarsi meglio, cercheremo di fornire le tessere per completare il disegno dell'intervento, oltre a suggerire interessanti spunti di riflessione.
Intervenite a sentire anche l'altra campana, quanto meno vi servirà per farvi un'idea più precisa e trarre meglio le vostre conclusioni.

FG

effe gi ha detto...

Ero anch'io presente all'Assemblea e ho letto anch'io entrambi gli articoli.
Devo dire che l'articolo di Federighi bada molto più alla cronaca e, secondo me, giustamente rilega in secondo piano tutta quella serie di interventi inutili da parte di rappresentanti delle istituzioni.

Inutili perché non aggiungono nulla, specie nella forma in cui sono stati esposti, retorica, priva di spunti interessanti che potessero catturare l'attenzione, talvolta grottescamente sciatta, a quanto già esposto dall'amministrazione e dai tecnici.
Sono stati molto più interessanti e costruttivi certi interventi che, rispetto alle sviolinate finali di Tortolini e Cristiani, hanno chiesto ai relatori chiarimenti su dubbi e perplessità emersi dall'esposizione o dall'analisi dei documenti e dei numeri.

Già, documenti e numeri che fino al pomeriggio di martedì sembrava non esistessero o non fossero disponibili e che dopo qualche ora improvvisamente si sono materializzati nelle slide di Giommoni e nelle parole di risposta di Filippi.

Il famigerato PAMAA negato fino all'ultimo e indisponibile tra i documenti riguardanti l'argomento è stato quindi approvato, consultato e sviscerato da coloro che qualcuno aveva investito dell'autorità di farlo. Agli altri nisba. Per quale motivo?

Questo comportamento mi viene sempre di più di chiamarlo boicottaggio.

Un comportamento che danneggia non solo i cittadini, la cui corretta informazione viene minata da queste omissioni, ma anche le istituzioni stesse visto che anche i membri delle commissioni consiliari competenti non hanno potuto (non so se questa situazione addirittura perdura tutt'ora) consultare, valutare e analizzare tali contenuti, al contrario degli "eletti" sopra citati.

Alla luce di queste considerazioni dove va a finire la tanto sbandierata trasparenza invocata più volte da Biagi?
Essere trasparenti e negare documenti ai rappresentanti istituzionali oltre che ai Cittadini, non sono proprio due comportamenti che vanno a braccetto.
Dovrebbe esserci una manifestazione corale di indignazione di fronte a questo comportamento ipocrita.

Biagi ha fatto anche una bella gaffe limitando il blocco delle concessioni balneari alla durata del suo mandato. Gaffe che non è passata inosservata ai più. Ha cercato di salvarlo Bandini alla fine dicendo che c'è la volontà politica del PD di proseguire tale blocco alle concessioni anche dopo la fine del mandato dell'attuale sindaco ma, secondo me, a buon intenditor...

[continua]

effe gi ha detto...

Comunque tornando alla serata, astraendomi un po', devo dire che i relatori hanno esposto l'argomento in maniera convincente supportando, ovviamente, il loro punto di vista e glissando sapientemente sui punti più critici. Infatti la parte dell'albergo di 6000 mq, un punto nodale dell'operazione a mio avviso, visto che è la vera concessione in più rispetto all'esistente, è stata esposta in maniera superficiale rispetto all'approfondimento di altri aspetti a mio avviso meno importanti, velocemente liquidata e non più ripresa.

Proprio perché ad uno spettatore non ben informato sui retroscena, questa esposizione potrebbe essere sembrata convincente, voglio suggerirvi di non mancare l'appuntamento organizzato dal Forum venerdì 10 settembre alle 21 alla Saletta Multimediale della Biblioteca.
In tale sede, a chi vorrà intervenire per informarsi meglio, cercheremo di fornire le tessere per completare il disegno dell'intervento, oltre a suggerire interessanti spunti di riflessione. Intervenite a sentire anche l'altra campana, quanto meno vi servirà per farvi un'idea più precisa e trarre meglio le vostre conclusioni.

FG

Anonimo ha detto...

Attenzione le sorprese non sono finite, e non parlo di Rimigliano!

Mi è giunta voce di una speculazione che interesserebbe la Valle, per chi non fosse pratico, si tratta della zona a nord del paese compresa tra la strada carrabile della Solvay ed il fosso delle Rozze ed è attraversata dal viadotto della superstrada.
Un simpatico (ma tutt’altro che innocuo) gruppetto di imprenditori avrebbe avuto l’idea di realizzare un centro sportivo con strutture ricettive (da trasformare poi in residence?).
Forse questa voce circola già nei corridoi e nelle segrete (ma non troppo) stanze, oppure qualcuno di voi la conosceva già, per quanto mi risulta non se ne sapeva nulla.
Comunque, il loro piano è il seguente: realizzare una speculazione con gran parte dei soldi del Coni e della Regione; far risolvere al Comune il problema del vincolo idrologico in quella zona; fare ottenere dal Comune, grazie ad appoggi politici e tecnici, un prezzo di esproprio dei terreni molto basso.
La contropartita per riuscire in questo progetto non si conosce, ma vi lascio immaginare.
Anche se la fonte è sicura, si potrebbe pensare ad una “boutade”, ma l’entusiasmo e l’ottimismo con il quale questi imprenditori si relazionano con i politici ed assessori del Comune fa pensare ad una cosa seria.
Una considerazione è d’obbligo: niente di strano se imprenditori propongono al Comune iniziative private o miste pubblico-privato; quello che è strano che propongano al Comune di modificare e risolvere la destinazione d’uso e il vincolo idrologico alla faccia degli strumenti urbanistici e delle norme di sicurezza ambientale; ma è ancora più strano che siano sicuri che il Comune li accontenti.
Per non parlare poi, dei tecnici chiamati in causa per ottenere prezzi di esproprio dei terreni a loro dire “ridicoli” per ingrossare le loro avide e capienti tasche.
La sensazione di schifo che prende questa vicenda è rappresentata da un’Amministrazione Comunale che se non è corruttore, è come minimo corruttibile e collusa. Tutti questi ignobili faccendieri ed imprenditori “compagni di merenda” si sentono in diritto di disporre delle risorse di questa zona come delle proprie “escort” o “trans” e senza il conforto (per tutti noi) della vasellina.

Anonimo ha detto...

anonimo delle 11,07.
Sei di fori come un terrazzo!!!

Anonimo ha detto...

va molto bene anche il DUREX, c'è anche in coop!

effe gi ha detto...

Beh, visti i trascorsi del nostro Comune, quello che scrive l'anonimo delle 11:07 mi sembra tutt'altro che "di fori"

Chiaro che, essendo solo a livello di chiacchiera senza fonti o nomi certi o quant'altro possa avvalorarla, ha l'attendibilità che si merita, ma non mi stupirei se un giorno questa ipotesi si concretizzasse.

Anzi, stai a vedere che gli è stata data una bella idea...

Se qualche anno fa vi avessero detto: "nei campi accanto alla piazza del mercato ci costruiranno 7000 mq di nuove case" che avreste detto?

Oppure, magari quindici anni fa vi avessero detto: "verrà ingrandito il porto per far spazio a barche fino a 27 metri, butteremo giù il Bucaniere per farlo ricostruire da un'altra parte perché cementeremo centinaia di metri di spiaggia, costruiremo dei capannoni per un cantiere navale e una diga foranea che ostruiranno la vista del mare e tutti i diportisti e i pescatori che ci sono adesso o pagheranno salato il posto barca o si ciucceranno le dita e sloggeranno", probabilmente la reazione sarebbe stata la medesima dell'anonimo delle 11:34.

Imparando dall'esperienza e alla luce di tutto ciò, pensate ancora che sia così "di fori"?

Stiamo attenti e apriamo gli occhi ché son tutti bravi e bòni, a discorsi.

FG

STUPITO ha detto...

Tratto da :
http://www.comune.san-vincenzo.li.it/pagina640_rimigliano.html

-------------------
", Il Parco di Rimigliano , è forse il posto più bello e suggestivo di San Vincenzo, destinato a rimanere ben impresso nei ricordi di tutti quelli che hanno avuto la fortuna di trascorreci qualche ora al mare o nella pineta che si attraversa per arrivare in spiaggia.
Si tratta di circa 120 ettari di magnifica pineta distribuiti per 6 Km di spiaggia libera che si snoda lungo la via della Principessa dal fosso dei Botro ai marmi fino alla Torraccia: questo è il Parco di Rimigliano, noto per la sua bellezza in tutta Italia e oltre, interamente pubblico e gestitito dalla Società Parchi Val di Cornia.
, ”

-------------------------------
Visto che questo posto incantato è così (citando il Comune) bello, suggestivo, ben impresso, magnifico, libero, interamente pubblico, noto in tutt’italia e oltre,
Ci si chiede:
Perché sprecare tutto ciò costruendoci bagni, ristobar e attrezzature varie?, perché dare la spiaggia in concessione ai privati?
Forse perché i nostri amministratori sono dei masochisti? non credo. I masochisti forse sono chi continua a votarli.

Lapsus freudiano del Comune:
6 Km di spiaggia libera dal Botro ai Marnmi alla Torraccia.
Errore.
Dal Botro ai Marmi alla Torraccia ci sono esattamente 5000 metri.
I 6 km invece erano la primitiva lunghezza del parco di Rimigliano prima che il Comune, zitto, zitto, privatizzasse il tratto da Riva degli Etruschi al Botro ai marmi e, sempre zitto, zitto, togliesse il retino di Parco a questa zona ormai gentilmente regalata al Garden Club ed alla Riva dei Cavalleggeri.

Visto che il Comune dispone di svariati geometri, provveda perlomeno a correggere il suo sito precisando che Rimigliano si è misteriosamente accorciato di un kilometro.
Questo solo per la precisione (e la decenza).
.
.

Anonimo ha detto...

Questo pomeriggio alle 17.00 alla Torre, Assemblea conclusiva del percorso partecipativo per il Piano Strutturale.

Anonimo ha detto...

E 'vero! Mi piace questa idea, sono pienamente d'accordo con te.
Assolutamente d'accordo con lei. Ritengo che questa sia un'ottima idea.

Anonimo ha detto...

STORIELLA FELICE CON LIETO FINE.

Il Sindaco di san Vincenzo stringe i rapporti con il park albatros.
Il Sindaco di San vincenzo in campagna elettorale promette che la cittadinanza di san Vincenzo avrà la piscina.
Il Sindaco di San vincenzo raggiunge un accordo con il park albatros per l'utilizzo della piscina del park albatros.
Il Sindaco di San vincenzo inaugura la piscina del park albatros.
Il Sindaco di San vincenzo si tuffa nella piscina del park albatros.
Il sindaco del comune di san vincenzo è felice.
ED ORA LA MAGIA!!!
Il cognato dell assessore al turismo del comune di san Vincenzo gestisce la piscina del park albatros.
Il Sindaco di San vincenzo organizza il bus navetta che porterà i sanvincenzini alla piscina del park albatros.
Il cognato dell assessore al turismo è molto felice.
Il sindaco del comune di san Vincenzo si impegna a far conoscere il nuovo servizio.
ED ORA UN ALTRA MAGIA!!
La figlia dell'assessore al turismo del comune di san vincenzo entra a lavorare all azienda di promozione turistica del comune di san vincenzo.
La figlia dell'assessore al turismo del comune di san vincenzo è molto felice!!
La figlia dell'assessore al turismo del comune di san vincenzo promuove la piscina del cognato dell assessore al turismo del comune di san vincenzo.
L assessore al turismo del comune di San Vincenzo è felice!!
E VISSERO TUTTI FELICI E CONTENTI!!!
LORO!!!

PASQUINO

Anonimo ha detto...

a proposito del commento del 6 ottobre ore 10.39...E poi dice che la mafia sta in Sicilia....

Anonimo ha detto...

per quanto concerne l'anonimo che parla del 6 ottobre, urge una piccola correzzione: non si tratta del cognato (cioè fratello della moglie) ma invece è il GENERO, marito della figlia che è impiegata all'APT... quindi il rapporto di lavoro, di interferenze è più diretto. Ogni commento appare superfluo.

Anonimo ha detto...

Caro Anonimo dell'11 ottobre ore 19.46, grazie per le precisazioni sui rapporti di parentela.
In effetti ogni commento è superfluo, soprattutto per la doppia zeta di correzione! Ma vergognati, e vai a scuola. Somaro.

Anonimo ha detto...

Anonimo del 12/10 delle 8.47 che dai del somaro gratuitamente le offese cacciatele in quel posto dove a giudicare da quello che scrivi frequenti spesso e volentieri.

Anonimo ha detto...

Anonimo del 12/10 delle 8.47 che dai del somaro gratuitamente le offese cacciatele in quel posto CHE a giudicare da quello che scrivi frequenti spesso e volentieri.

Anonimo ha detto...

vedo che non avete letto i giornali, o perlomeno, vi e' convenuto far finta di non leggerli. Infatti, visto che si parla tanto di correttezza e lealta'. Oggi il Nostro sindaco ha fatto un passo indietro sulla vendita dell' ex fucini, facendo specifico riferimento che tale decisione deriva, anche e non solo, dalla discussione intrapresa per merito del Forum e dell' ex sindaco Giomi.
Vi chiedo ora io, voi avete mai fatto mea culpa?? Avete mai affermato che su tante (per non dire tutte) decisioni della maggioranza a cui avete votato contrario vi siete ricreduti? MAI e poi MAI.
Sara' forse questo che vi esilia in un paese che non c'e'.
PENSIEROSO

Anonimo ha detto...

oh..mamma mia...ha fatto mea culpa?...si e' vero ha detto "ci eravamo sbagliati".....oh cielo che Sindaco sincero...commovente....ha fatto il mea culpa....MAVAFF...............

kimera ha detto...

ci si indegna per gli errori grammaticali altrui ma non per lo schifo della parentopoli

Tepuzzo ha detto...

Carissimo PENSIEROSO.
Non voglio entrare in polemica con te o nessun altro. Ma mi permetterai, spero, di dire un paio di cose su quel che scrivi.
Come dici nel tuo intervento, stamani i giornali riportano la notizia del "marcia indietro" fatto da questa amministrazione sulle FUCINI.
Bene, siamo i primi ad accogliere favorevolmente la notizia, se vuoi anche perchè il FORUM si era esposto più volte in prima linea contro questa alienazione.
Ed è quindi scorretto, secondo il mio modesto parere, strumentalizzare l'UNICA volta in questa legislatura in cui l'amministrazione da' pubblicamente ragione ad una opposizione, come se fosse la linea continua sulla quale sempre viaggia. E' un po' come quello (al contrario) che porti sempre "in collo"....non ce lo porti una volta e allora ti dice che non ce l'hai mai portato!
Ripeto, bene che si arrivi a questa decisione, bene anche che si dica "che questo va verso la nostra idea di
centro urbano, e nel desiderio
di allontanarci il più possibile
da questa moda attuale
di ‘gettare tutto in periferia’,
cosa che svuota e svilisce
il centro storico di un luogo". Lo abbiamo sempre detto, NOI. Non questa amministrazione, non questa maggioranza....è bene ricordarsi delle campagne elettorali e delle dichiarazioni pubbliche passate....del perchè si volevano vendere le Fucini (troppe spese per riscaldamento, troppi uffici....) che si voleva intanto spostare l'archivio alla Zona industriale....che molte volte era stato paventato (non dal FORUM o altre compagini politiche) lo spostamento degli uffici pubblici tutti presso la stessa area, compreso quelli dei Vigili Urbani....
Il fatto di non voler riportare PROPRIO NOI l'articolo di oggi, che infine ci da ragione, è proprio per non sbandierare le vittorie, pur piccole che siano. Ma lo fai te, quindi ci vediamo "costretti" a rispondere.
Che poi lo faccia io che non sono affatto nulla di ufficiale nel FORUM è un'altro paio di maniche, ma che il tuo intervento debba necessariamente avere una reazione mi pare ovvio e credo ne converrai con me.

Tepuzzo ha detto...

Nel continuare sull'argomento, vorrei ricordare a te e a tutti gli altri che non se lo ricordassero, che il discorso FUCINI non va avanti da qualche mese, ma da diversi anni (almeno 3 ormai) e che le motivazioni pubbliche (sulla stampa) date dalla scorsa amministrazione (scopa con questa!) erano:
1)"...la prima risiede nell’obiettivo di programma di recuperare gli edifici di valore storico e culturale di San Vincenzo, mantenendoli pubblici sia nella proprietà che nell’utilizzo.” Avete letto bene. Vendiamo l’edificio perché vogliamo mantenerlo pubblico sia nella proprietà che nell’uso. Mah....

2)“...la seconda motivazione consiste nel permettere la realizzazione di una struttura ricettiva direttamente sul porto.”

Tralasciamo la prima, che si commenta da sola. Sulla seconda, come scritto sui giornali, la vendita delle FUCINI sarebbe andata a SALES, come ormai di dominio pubblico. E allora mi domando e vi domando. SALES rinuncia a questo investimento (aggiungetevi pure speculativo se volete) così? Può darsi....magari perchè la crisi tocca anche lei, e non ha risorse per questo investimento (?). Magari perchè davvero l'amministrazione si è impuntata di non vendere le ex-scuole e ha dato il due di picche alla SALES....magari(!).
Se no ditemi voi....

E viste anche le entrate derivanti dalle multe......non vedo che bisogno ci dovrà essere di reperire altri fondi per ristrutturare finalmente l'edificio principale del Comune in via Alliata......
Ricordo infine che nel marzo scorso ad un emendamento del FORUM (http://www.box.net/shared/sznt3yb973) per eliminare la vendita Fucini fu risposto picche. Dopo sei mesi (e in precedenza 2 anni e mezzo di rimostranze) si dice che allora non si vendono più.
BENE! Cosa altro dobbiamo aggiungere?

Tepuzzo ha detto...

Riporto in toto il messaggio ufficiale che NICOLA ha diffuso a mezzo stampa, e apparso stamani su LA NAZIONE, riguardo alla presa di coscienza dell'amministrazione sulle FUCINI:

"FINALMENTE una buona notizia. Siamo soddisfatti della decisione presa dall’Amministrazione e invitiamo la maggioranza a portare quanto prima in Consiglio Comunale la cancellazione della scheda del Regolamento Urbanistico relativa alla realizzazione dell’albergo in luogo delle ex scuole Fucini. Il Forum del Centrosinistra, è fiero d’aver favorito una riflessione che evita una perdita importante per il patrimonio pubblico del paese. La nostra soddisfazione va oltre la singola decisione. Il sindaco afferma che tale svolta è derivata da una riflessione che tuttavia, per essere credibile, dovrà portare ad una riconsiderazione di tanti altri progetti. Ci auguriamo che si possano presto ripensare le modalità di intervento sul territorio mettendo al primo posto il riuso del patrimonio edilizio esistente e la valorizzazione degli immobili pubblici.
SIA in tempi di crisi che in tempi di vacche grasse, la prima regola a cui un’Amministrazione dovrebbe adeguarsi nella gestione del proprio bilancio è quella della parsimonia. Facciamo diretto riferimento alla scuola Rodari e al paventato nuovo villaggio scolastico, operazione che riproduce lo stesso meccanismo logico e determina le medesime conseguenze. Se la decisione a proposito del palazzo comunale deriva realmente da una riflessione condotta dalla maggioranza e non da motivi di mercato, siamo certi che ci saranno margini di discussione reali sulla sorte degli attuali plessi scolastici."

Anonimo ha detto...

due settimane senza messaggi. avete perso la tastiera?

Anonimo ha detto...

no siamo troppo sbalorditi dopo l'ultimo consiglio!
sbalorditi dall'ottusità dell'amministrazione,che ha condannato definitivamente rimigliano alla fine!


CHE

Anonimo ha detto...

dal Tirreno del 24 ottobre

SAN VINCENZO.
Dopo 3 ore di dibattimento per l'adozione del piano della Tenuta di Rimigliano, e a votazione avvenuta, in consiglio comunale è scoppiato il "caso Pamaa".
Sul Piano aziendale di miglioramento agricolo e ambientale redatto dalla proprietà, la Provincia non si è ancora espressa. A dirlo è stato Paolo Corzani, capogruppo di maggioranza, nel suo intervento sulla mozione presentata dal Forum di centrosinistra, e sostenuta da "San Vincenzo per tutti" che invitava al rigetto.
Corzani ha considerato la mozione «anacronistica rispetto ad un documento che la Provincia non ha ancora valutato».
Decise le reazioni delle opposizioni.
«Come è possibile - ha detto Nicola Bertini del Forum - adottare il piano senza la valutazione della Provincia?». Davide Lera, di "San Vincenzo per tutti" ha aggiunto: «Per 3 ore vi siete detti convinti che nella Tenuta si rilancerà l'agricoltura. Ma nel documento, di agricoltura, si dice solo che è possibile questa o quell'altra coltura. L'azienda agricola, così, nasce senza futuro, e pare che a nessuno interessi che essa funzioni. Spariscono in questo modo - ha proseguito - opportunità di lavoro e promozione di prodotti locali. Se siete convinti - ha concluso - di ciò che avete detto sul rilancio dell'agricoltura, dovete votare sì alla mozione, invitando la proprietà ad emettere un documento serio».
Secondo Bertini e Lera, dal Pamaa emergerebbero discrepanze sulle previsioni urbanistiche: «Nel Pamaa - hanno sostenuto i due consiglieri di opposizione - la proprietà parla di 5 mila mq di edifici da ristrutturare e di 12 mila mq di nuove costruzioni, mentre nel piano si parla di 17 mila mq di riuso dell'esistente.
Poi - hanno proseguito - mentre nel piano la costruzione dell'albergo risulta nel Podere Contessa Lea, nel Pamaa risulta nel Podere Walfredo».
Il sindaco Biagi ed i consiglieri Giommetti e Morelli, hanno affermato che non vi sarà consumo di suolo salvo che per l'albergo. La mozione è stata respinta.
Al termine, Lera ha espresso un'opinione negativa: «Il destino della Tenuta - ha detto - è contrario all'interesse pubblico. Si sarebbero dovute conservare le unità poderali facendone degli autonomi agriturismi. Il residenziale e l'agricolo - ha proseguito - non avrebbero dovuto essere confusi, al fine di poter soddisfare interesse pubblico e privato. Il piano mescola aspettative inconciliabili». Per Lera vi sarà consumo di suolo: «Qui - ha detto - si gioca sulle parole.
Il progetto impone di costruire solo sulle aree poderali, ma esse includono il suolo circostante su cui si potrà costruire. E' poi miope prevedere un albergo a 5 stelle vicino al mare e dire che la spiaggia resterà libera».
di Paolo Federighi

Anonimo ha detto...

Il Tirreno 24 ottobre

SAN VINCENZO.
Dopo 3 ore di dibattimento per l'adozione del piano della Tenuta di Rimigliano, e a votazione avvenuta, in consiglio comunale è scoppiato il "caso Pamaa".
Sul Piano aziendale di miglioramento agricolo e ambientale redatto dalla proprietà, la Provincia non si è ancora espressa. A dirlo è stato Paolo Corzani, capogruppo di maggioranza, nel suo intervento sulla mozione presentata dal Forum di centrosinistra, e sostenuta da "San Vincenzo per tutti" che invitava al rigetto.
Corzani ha considerato la mozione «anacronistica rispetto ad un documento che la Provincia non ha ancora valutato».
Decise le reazioni delle opposizioni.
«Come è possibile - ha detto Nicola Bertini del Forum - adottare il piano senza la valutazione della Provincia?». Davide Lera, di "San Vincenzo per tutti" ha aggiunto: «Per 3 ore vi siete detti convinti che nella Tenuta si rilancerà l'agricoltura. Ma nel documento, di agricoltura, si dice solo che è possibile questa o quell'altra coltura. L'azienda agricola, così, nasce senza futuro, e pare che a nessuno interessi che essa funzioni.
«Nel Pamaa - hanno sostenuto i due consiglieri di opposizione - la proprietà parla di 5 mila mq di edifici da ristrutturare e di 12 mila mq di nuove costruzioni, mentre nel piano si parla di 17 mila mq di riuso dell'esistente.
Poi - hanno proseguito - mentre nel piano la costruzione dell'albergo risulta nel Podere Contessa Lea, nel Pamaa risulta nel Podere Walfredo».
Il sindaco Biagi ed i consiglieri Giommetti e Morelli, hanno affermato che non vi sarà consumo di suolo salvo che per l'albergo. La mozione è stata respinta.
Al termine, Lera ha espresso un'opinione negativa: «Il destino della Tenuta - ha detto - è contrario all'interesse pubblico. Si sarebbero dovute conservare le unità poderali facendone degli autonomi agriturismi. Il residenziale e l'agricolo - ha proseguito - non avrebbero dovuto essere confusi, al fine di poter soddisfare interesse pubblico e privato. Il piano mescola aspettative inconciliabili». Per Lera vi sarà consumo di suolo: «Qui - ha detto - si gioca sulle parole.
Il progetto impone di costruire solo sulle aree poderali, ma esse includono il suolo circostante su cui si potrà costruire. E' poi miope prevedere un albergo a 5 stelle vicino al mare e dire che la spiaggia resterà libera».
di Paolo Federighi

Anonimo ha detto...

Il Tirreno 24 ottobre

SAN VINCENZO.
Dopo 3 ore di dibattimento per l'adozione del piano della Tenuta di Rimigliano, e a votazione avvenuta, in consiglio comunale è scoppiato il "caso Pamaa".
Sul Piano aziendale di miglioramento agricolo e ambientale redatto dalla proprietà, la Provincia non si è ancora espressa. A dirlo è stato Paolo Corzani, capogruppo di maggioranza, nel suo intervento sulla mozione presentata dal Forum di centrosinistra, e sostenuta da "San Vincenzo per tutti" che invitava al rigetto.
Corzani ha considerato la mozione «anacronistica rispetto ad un documento che la Provincia non ha ancora valutato».
Decise le reazioni delle opposizioni.
«Come è possibile - ha detto Nicola Bertini del Forum - adottare il piano senza la valutazione della Provincia?». Davide Lera, di "San Vincenzo per tutti" ha aggiunto: «Per 3 ore vi siete detti convinti che nella Tenuta si rilancerà l'agricoltura. Ma nel documento, di agricoltura, si dice solo che è possibile questa o quell'altra coltura. L'azienda agricola, così, nasce senza futuro, e pare che a nessuno interessi che essa funzioni. Spariscono in questo modo - ha proseguito - opportunità di lavoro e promozione di prodotti locali. Se siete convinti - ha concluso - di ciò che avete detto sul rilancio dell'agricoltura, dovete votare sì alla mozione, invitando la proprietà ad emettere un documento serio».
Secondo Bertini e Lera, dal Pamaa emergerebbero discrepanze sulle previsioni urbanistiche: «Nel Pamaa - hanno sostenuto i due consiglieri di opposizione - la proprietà parla di 5 mila mq di edifici da ristrutturare e di 12 mila mq di nuove costruzioni, mentre nel piano si parla di 17 mila mq di riuso dell'esistente.
Poi - hanno proseguito - mentre nel piano la costruzione dell'albergo risulta nel Podere Contessa Lea, nel Pamaa risulta nel Podere Walfredo».
Il sindaco Biagi ed i consiglieri Giommetti e Morelli, hanno affermato che non vi sarà consumo di suolo salvo che per l'albergo. La mozione è stata respinta.

di Paolo Federighi

Anonimo ha detto...

provo pietà per questa amministrazione!

Anonimo ha detto...

provo pietà per "Il Tirreno".

Anonimo ha detto...

.....e per voi.

Anonimo ha detto...

....

Anonimo ha detto...

a provare che provate pena per il tirreno.......non pubblicano più le cose a vostro favore e danno informazioni imparziali!
dove volete portare san vincenzo?
dove volete portare la val di cornia?
volete che la gente si prostri ai vostri piedi?
ho parlato con molta gente e tantissimi che vi votano si sono rotti del vostro comportamento.
questo poi si riflette anche a livello di politica nazionale, infatti molti(compreso me!!!!!)pensano:beh se a livello locale fanno queste scelte,mi immagino a livello nazionale che cervelli ci sono!
un amministrazione composta da pazienti del cottolengo farebbe scelte più intelligenti!
la gente non vuole più mettersi a 90 gradi aspettando che voi facciate i vostri comodi!
fate scelte per la cittadinanza,non per i soliti privati!
una domanda però ve la voglio fare..............siete un amministrazione pubblica oppure privata?
fate una pena che non vi dico!
BASTA PRENDERE PER IL CULO LA GENTE!

Anonimo ha detto...

Celebrity The morning began with a wonderful article, thank you! zabavno I thank you - for the warm welcome) Just do not believe Classroom paper, by the way the author would like to offer yandeks.deneg chip set from the site, "Give the ruble." I would give, so to speak on the maintenance. Added to your bookmarks. Now will you read much more often! Exl how old dupe! Thanks for the post, and this issue

Anonimo ha detto...

http://www.archive.org/details/BuyCialisOnlineWithPaypal [url=http://www.archive.org/details/BuyCialisOnlineWithPaypal]Buy Cialis Online With Paypal[/url] http://www.archive.org/details/SomaPurchaseOnline [url=http://www.archive.org/details/SomaPurchaseOnline]Soma Purchase Online[/url] http://www.archive.org/details/CialisForOrder_543 [url=http://www.archive.org/details/CialisForOrder_543]Cialis For Order[/url] http://www.archive.org/details/CialisForDailyUse [url=http://www.archive.org/details/CialisForDailyUse]Cialis For Daily Use[/url] cialis dosage for sale http://www.archive.org/details/FdaCialis [url=http://www.archive.org/details/FdaCialis]FdaCialis[/url] cialis tablets price http://www.archive.org/details/NextDayDeliveryCialis [url=http://www.archive.org/details/NextDayDeliveryCialis]Next Day Delivery Cialis[/url] order cialis dosage http://www.archive.org/details/CialisTrialOffer [url=http://www.archive.org/details/CialisTrialOffer]Cialis Trial Offer[/url] cialis professional http://www.archive.org/details/Cialis36Hour [url=http://www.archive.org/details/Cialis36Hour]Cialis 36 Hour[/url] cialis in chicago buy viagra http://www.archive.org/details/ProCialis [url=http://www.archive.org/details/ProCialis]Pro Cialis[/url]

Anonimo ha detto...

http://www.archive.org/details/HowToBuyViagraWithoutPrescription [url=http://www.archive.org/details/HowToBuyViagraWithoutPrescription]How To Buy Viagra Without Prescription[/url] where to buy cheap viagra online next day delivery http://www.archive.org/details/WhereToBuyViagraOverTheCounter_844 [url=http://www.archive.org/details/WhereToBuyViagraOverTheCounter_844]Where To Buy Viagra Over The Counter[/url] where to where can i buy cheap viagra
http://www.archive.org/details/OrderViagraOnlineWithoutAPrescription_940 [url=http://www.archive.org/details/OrderViagraOnlineWithoutAPrescription_940]Order Viagra Online Without A Prescription[/url]
where to amazon cheap viagra http://www.archive.org/details/BuyViagraOnlineNextDayDelivery [url=http://www.archive.org/details/BuyViagraOnlineNextDayDelivery]Buy Viagra Online Next Day Delivery[/url] where can i buy cheap viagra
http://www.archive.org/details/ViagraOnlineNextDayDelivery [url=http://www.archive.org/details/ViagraOnlineNextDayDelivery]Viagra Online Next Day Delivery[/url]
buy cheap viagra online no prescription http://www.archive.org/details/ViagraOnlineConsultBrand [url=http://www.archive.org/details/ViagraOnlineConsultBrand]Viagra Online Consult Brand[/url]
where to invest in cheap viagra http://www.archive.org/details/OnlineGenericViagraShop [url=http://www.archive.org/details/OnlineGenericViagraShop]OnlineGenericViagraShop[/url] where to buy cheap viagra plus http://www.archive.org/details/BestPlaceToBuyGenericViagra [url=http://www.archive.org/details/BestPlaceToBuyGenericViagra]Best Place To Buy Generic Viagra[/url] http://www.archive.org/details/BuyGenericViagra100mg [url=http://www.archive.org/details/BuyGenericViagra100mg]Buy Generic Viagra 100 mg[/url] where to buy cheap viagra online next day delivery http://www.archive.org/details/WhereToBuyGenericViagraOnline [url=http://www.archive.org/details/WhereToBuyGenericViagraOnline]Where To Buy Generic Viagra Online[/url] where to buy discount viagra http://www.archive.org/details/BuyGenericViagraOnlineNoPrescription [url=http://www.archive.org/details/BuyGenericViagraOnlineNoPrescription]Buy Generic Viagra Online No Prescription[/url] where to buy cheap viagra online pharmacy http://www.archive.org/details/BestPlaceBuyGenericViagra [url=http://www.archive.org/details/BestPlaceBuyGenericViagra]Best Place Buy Generic Viagra[/url] http://www.archive.org/details/BuyGenericViagraSoft where to buy cheap viagra professional
[url=http://www.archive.org/details/BuyGenericViagraSoft]Buy Generic Viagra Soft[/url] http://www.archive.org/details/BuyGenericViagraProfessional [url=http://www.archive.org/details/BuyGenericViagraProfessional]Buy Generic Viagra Professional[/url] where to buy free viagra http://www.archive.org/details/BuyGenericViagraPillsOnline [url=http://www.archive.org/details/BuyGenericViagraPillsOnline]Buy Generic Viagra Pills Online[/url] where to buy cheap viagra http://www.archive.org/details/Tramadol50mgTab_708 [url=http://www.archive.org/details/Tramadol50mgTab_708]Tramadol 50mg Tab[/url] where to dvd cheap viagra http://www.archive.org/details/BuyTramadol50mgHcl [url=http://www.archive.org/details/BuyTramadol50mgHcl]Buy Tramadol 50mg Hcl[/url] http://www.archive.org/details/WhereToBuyCheapViagra [url=http://www.archive.org/details/WhereToBuyCheapViagra]WhereToBuyCheapViagra[/url] where to invest in cheap viagra